tempo di lettura stimato: 5 minuti

 

Chi ha fondato Roma, la città eterna? La storia della nasciata di Roma ha sempre affascinato gli appassionati di tutto il mondo con domande come “Quando è stata costruita Roma?”o “Chi ha fondato Roma?”. La leggenda di Romolo e Remo, i figli di Marte, ha ispirato innumerevoli generazioni. Eppure, nonostante le molte teorie e dibattiti tra gli storici, il fascino della nascita di Roma rimane, scatenando la nostra curiosità e immaginazione per scoprire i suoi segreti e meraviglia. La leggenda della fondazione di Roma da parte di Romolo il 21 aprile 753 aC, è amata dai romani, e viene celebranta ogni anno il 21 aprile con una colorata sfilata e una lotta in costume nel Circo Massimo

““Roma non è come le altre città. È un grande museo, un salotto da attraversare in punta di piedi.” — Alberto Sordi, attore italiano.

 

Quando fu costruita Roma?

Roma, città ricca di storia e leggende, tramandate di generazione in generazione. Anche se la leggenda di Romolo e Remo è molto amata, nessuna prova archeologica la sostiene. Le prime testimonianze di insediamenti umani a Roma risalgono al secondo millennio a.C. Evidenze suggeriscono che Roma fu fondata da persone che emigrarono dalla campagna circostante nel IX secolo a.C.

La leggenda di Romolo e Remo

Ci sono le versioni più disparate dell’origine del nome della città, ad esmpio il nome di Romolo, come vuol la leggenda. Ascanio, figlio dell’eroe troiano Enea, fondò Alba Longa (oggi Albano Laziale). Dopo che i suoi discendenti, Numitore e Amulio presero il potere, Amulio costrinse sua nipote Rea Silvia a diventare una vergine vestale, impedendole di avere figli che potessero reclamare il trono. Amulio si impadronì del trono e costrinse Rea Silvia, figlia di suo fratello, a diventare una vergine vestale. Ciò significava che doveva fare voto di castità per impedirle di avere figli che potessero reclamare la corona. Marte, il dio romano della guerra, si innamorò di Rea Silvia, che diede alla luce due gemelli, Romolo e Remo. Amulio, re di Alba Longa e zio di Rea Silvia, ordinò ai soldati di uccidere i bambini, ma i soldati li lasciarono in una cesta lungo il Tevere. I bambini furono trovati da una lupa che li allevò sul Monte Palatino. L’ipotesi più accreditata è che siano stati un pastore e sua moglie a trovare i bambini nei pressi di un lupercale, una grotta dove si tenevano riti propiziatori per un buon raccolto. Altre fanatasiose versioni che si fondono con la storia, sono state tramandate di generazione in generazione. Quando i gemelli crebbero, uccisero Amulio e restituirono Albalonga al loro nonno, Numitore. Decisero quindi di fondare una nuova città vicino alla riva destra del Tevere come colonia di Alba Longa. Romolo e Remo non erano d’accordo su dove fondare la loro colonia. Romolo vinse la disputa osservando il volo degli uccelli, secondo il metodo etrusco: Romolo vide 12 uccelli sul Palatino, mentre Remo ne vide solo 6 sull’Aventino. Romolo solcò un bordo quadrato attorno al Palatino e giurò di uccidere chiunque lo attraversasse. Remolo attraversò la linea e fu ucciso dal fratello, che divenne il primo re di Roma. Si dice che questo evento si sia verificato nel 754 aC.    

 
who built rome

Romolo e Remo e la lupa

Dove ha preso il suo nome Roma?

Allora, Roma deriva da Romolo? Forse il contrario!

  • “Rumon” è una parola etrusca che si riferisce ad un fiume, probabilmente il Tevere.
  • Gli Etruschi fondarono altre città in Italia e, allo stesso modo, arrivarono a Roma.
  • Anche i fasci, simbolo del potere romano che sarebbe diventato il simbolo del fascismo, sono etruschi.
  • Gli Etruschi scavarono grotte per uso funerario e sacro anche a Roma. Successivamente furono riutilizzate dai primi cristiani. Sepolture precristiane furono trovate nei sotterranei del Vaticano nel 1949, vicino ad un antico oracolo etrusco.
  • La statua in bronzo della lupa che allatta i gemelli mitici è etrusca ed i bambini furono aggiunti in un secondo momento.

 

frescoes inside an etruscan underground tomb

Affreschi all’interno di una tomba etrusca sotterranea, che illustrano la vita in epoca etrusca

 

L

Perché gli Etruschi?

I romani negavano di essere governati dagli Etruschi, quindi si riferivano solo agli ultimi re come re Etruschi. Il nome Roma potrebbe derivare da Ruma, nome di una potente famiglia etrusca. Tito Livio affermava che gli aristocratici romani parlavano correntemente l’etrusco. Perfezionarono la pronuncia studiando a Caere, l’attuale Cerveteri. Volevano parlare come gli Etruschi senza inflessioni straniere. La romanizzazione degli Etruschi fuse in vari modi la loro civiltà con quella romana. La vittoria di Roma sull’Etruria nel 396 aC, con la conquista di Veio, diede il controllo di Roma sulla foce del fiume Tevere. Lo scontro venne mitizzato nelle fonti antiche come da Tito Livio, che lo paragonò alla presa di Troia. Orazio, Properzio e Virgilio collegarono il mito dell’origine troiana con la civiltà etrusca. Prove culturali e linguistiche suggeriscono che Roma fu fondata da questa antica popolazione italiana, forse proveniente dalla città di Tarquinia, come suggerisce il nome della dinastia dei Tarquini a Roma.

Le iscrizioni etrusche trovate nel Foro Boario di Roma e ai piedi del Campidoglio dimostrano che durante il VI secolo a.C., persone di lingue e culture diverse parteciparono alla religione romana. Un Vicus “Tuscus” (vicus è il nome antico che definiva un gruppo di case in una piccola porzione di città), alludeva alla presenza di un’area “etrusca” nel corpo urbano di Roma. Si trovava sul lato sud-occidentale della piazza del futuro Foro, tra il Campidoglio e il Palatino.

Quindi, gli Etruschi hanno fondato Roma?

Testimonianze che i Latini occuparono queste terre tra 3.000 e 2.000 a.C., hanno dato origine ad altre leggende. Nei primi anni del 1900, un archeologo scoprì alcune sepolture preistoriche al Foro Romano, ora visibili al Museo dell’Area Archeologica. La verità è che ci piace credere alla leggenda, ma non ci stanchiamo mai di approfondire la vasta storia di Roma. Speriamo che questi racconti abbiano ispirato anche voi! Se state programmando un viaggio a Roma, assicuratevi di prenotare una guida esperta a cui fare tutte le domande che vi vengono in mente quando percorrerete le strade di questa intrigante città.
 
Buona scoperta!!!